post

Raccolta dei tartufi: tutto quello che dovreste sapere

Siete dei grandi amanti del tartufo e vi piacerebbe scoprire qualcosa in più su questo pregiato e profumatissimo ingrediente? In questo articolo cercheremo di dare qualche informazione utile a chi fosse interessato alla raccolta dei tartufi, e quindi a scoprire tutto quello che c’è da sapere circa le diverse tipologie e stagionalità.

Una piccola guida che può risultare utile a chi è ancora inesperto ma molto appassionato, desideroso di portare in tavola uno dei prodotti più amati ed invidiati del nostro paese, aggiungendo la soddisfazione di averlo trovato e raccolto con le proprie mani.

Raccolta dei tartufi: normativa

Iniziamo col dire che la raccolta dei tartufi è regolamentata da precise norme che chiunque dovrebbe conoscere per evitare di arrecare un danno al prezioso equilibrio naturale che tiene in vita tale specialità. Come prima cosa, per diventare tartufai, bisogna conseguire l’abilitazione alla raccolta, rilasciata dalla propria provincia di appartenenza dopo aver sostenuto un corso di formazione apposito.

Per ottenere maggiori info potete rivolgervi alla vostra Regione e, dopo aver frequentato il corso e pagato una tassa di concessione, otterrete il tanto desiderato tesserino che vi abiliterà alla raccolta del tartufo su tutto il territorio nazionale. Una volta superato questo primo step dotatevi di vanghetto, strumento finalizzato alla raccolta del tartufo la cui punta non deve superare i 6 cm di lunghezza, e di un fidato cane da tartufo, addestrato a localizzare i tartufi maturi pronti per la raccolta.

Raccolta dei tartufi: quando è consentita e quando non lo è

La raccolta dei tartufi, secondo quanto dice la legge, è libera nei terreni non coltivati e nei boschi. Se invece doveste imbattervi in una “tartufaia controllata”, vuol dire che siete finiti in un’area produttiva nella quale i proprietari hanno dato il permesso di raccolta. Tra le varietà che potrete trovare abbiamo: il Tartufo Moscato, il Tartufo Nero Liscio, il Tartufo Bianco Pregiato e molti altri ancora.

Per quanto riguarda invece i divieti, ricordate che la raccolta dei tartufi è vietata al di fuori dei periodi consentiti per ogni specialità, stabiliti da normative statali e regionali, ogni anno. Ad esempio, è vietata la raccolta per tutte le specie dal 1 al 30 aprile e dal 1 al 20 settembre, inoltre, è vietata la raccolta dei tartufi non maturi e nelle ore notturne.

Con queste prime ed importanti informazioni potrete iniziare ad addentrarvi nell’affascinante mondo del tartufo e della sua raccolta. Pronti per iniziare?

post

Come cucinare il tartufo? Qualche suggerimento per te

Il tartufo è indubbiamente uno degli ingredienti più ricercati e gustosi della cucina italiana, difficile da trovare, da conservare e da abbinare agli altri prodotti. Ma come cucinare il tartufo? Non è raro infatti che, pur possedendo il tartufo migliore, non si riesca a cucinarlo nella maniera ideale, sciupandone le caratteristiche che lo rendono tanto gustoso e prelibato.

Ecco perché vogliamo darvi qualche pratico suggerimento per cucinare questo prodotto al meglio, che si tratti di tartufo bianco o nero, aggiungendo ai vostri piatti un inconfondibile valore aggiunto capace di stupire anche i palati più esigenti.

Read More

post

Aperitivo veloce? Provate le bruschette con tartufo e olive

Se siete stufi del solito aperitivo e avete voglia di stupire i vostri ospiti con qualcosa di originale ma allo stesso tempo facile da preparare, vi consigliamo di provare le bruschette con tartufo e olive. Si tratta di un aperitivo veloce da preparare in pochi minuti, capace di racchiudere al suo interno i profumi e i sapori ricercati del prezioso tartufo in abbinamento al gusto deciso delle olive.

I vostri commensali ne resteranno deliziati, dal momento che il tartufo resta uno degli ingredienti più amati della cucina italiana, soprattutto se di buona qualità ed abbinato al vino giusto: creerete un mix perfetto di gusto e profumi ideale per una piacevole serata in compagnia, ma vediamo come preparare questo aperitivo.

Bruschette tartufo e olive per un aperitivo veloce

  • Fette di pane
  • Tartufo nero fresco
  • Crema di olive nere
  • Olio extravergine di oliva
  • Uno spicchio di aglio
  • Sale
  • Rosmarino

Read More

post

Il pregiato tartufo: dove si trova?

Il tartufo è un alimento pregiato e ricercato sotto ogni punto di vista, innanzitutto per via del suo aroma e profumo inconfondibili e poi perché acquistare del buon tartufo fresco non è affatto semplice. Anche una volta trovato, tuttavia, bisogna saperlo conservare e cucinare, altrimenti le sue preziose caratteristiche rischiano di andare perse, a causa di abbinamenti errati o metodi di conservazione poco efficaci.

Non è un segreto che si tratti di uno degli ingredienti più invitanti ed invidiati della cucina italiana, ma ciò che ci si chiede sempre più spesso a proposito del tartufo è: dove si trova? La crescita del tartufo è strettamente legata a precise caratteristiche ambientali e stagionali e, di conseguenza, i tartufai custodiscono gelosamente le proprie informazioni a riguardo, dopo aver cercato per anni i luoghi più adatti per la loro raccolta.

Si tratta di informazioni che vengono faticosamente tramandate di generazione in generazione, scoraggiando i ricercatori improvvisati, ai quali si può solo consigliare di affiancarsi ad addestratori esperti delle caratteristiche del bosco e delle tecniche più adatte per la ricerca, avvalendosi magari anche della preziosa collaborazione dei cani specializzati nella ricerca del tartufo.

Read More

post

Vino da abbinare al tartufo? Ecco come scegliere

Il tartufo è un ingrediente prezioso e ricercato, che deve il suo successo alle sue inconfondibili caratteristiche, capaci di rendere unico qualsiasi piatto, dal più semplice al più elaborato. E’ anche vero, tuttavia, che non sempre è facile riuscire ad accostarlo agli elementi giusti, rischiando di sciuparne irrimediabilmente il sapore.

Una delle difficoltà maggiori che si incontrano quando si ha a che fare con il tartufo, è scegliere il vino ideale con il quale accompagnarlo, dal momento che le varie tipologie di prodotto, ovvero il tartufo bianco e il tartufo nero, prediligono accostamenti differenti. Se anche voi avete dei dubbi su quale sia il vino da abbinare al tartufo, date un’occhiata ai nostri suggerimenti: non sbaglierete di certo…

Read More

post

Cosa abbinare al tartufo? Qualche suggerimento per voi

Cosa abbinare al tartufo? Sicuramente molti di voi si saranno posti questa domanda dal momento che, questo prezioso prodotto, ricercato e dal sapore incredibile, non è poi così semplice da affiancare agli ingredienti giusti, con il rischio di sciuparne le preziose caratteristiche che lo rendono tanto delizioso.

Che si tratti di tartufo bianco o nero poco importa, il tartufo rappresenta indubbiamente un valore aggiunto per le vostre ricette, grazie al suo aroma inimitabile, a patto che non venga mai abbinato a piatti troppo elaborati e ricchi di condimenti, che andrebbero a nascondere il suo formidabile aroma.

Ecco perché vogliamo darvi qualche suggerimento su cosa abbinare al tartufo, sia bianco che nero, in modo da utilizzarlo sempre al meglio e stupire i vostri commensali con dei sapori unici.

Read More

post

Tartufo fresco: come e dove conservarlo al meglio

Uno degli alimenti più pregiati che la cucina italiana può vantare è sicuramente il tartufo fresco, un fungo relativamente raro capace di conferire ad ogni pietanza un gusto ed un profumo ineguagliabili. La sua crescita è strettamente collegata a fattori ambientali e stagionali, e la sua coltivazione, ancora allo stadio sperimentale, ne fanno un prodotto estremamente ricercato e costoso.

A tutto ciò si aggiunge che per assaporare appieno le caratteristiche inconfondibili del tartufo fresco, questo andrebbe consumato subito dopo la raccolta in modo da non farlo sciupare perdendone il prezioso aroma. Tuttavia, è possibile seguire dei particolari accorgimenti per fare in modo che il prodotto possa mantenersi intatto almeno per un paio di settimane e poterlo consumare al momento più opportuno.

Sarebbe un peccato, infatti, avere in dispensa un prodotto tanto pregiato e perderne tutte le qualità attraverso un metodo di conservazione errato, ecco perché vogliamo davi qualche utile suggerimento su come conservare il tartufo e dove metterlo per mantenerlo al meglio.

Read More