post

Cosa abbinare al tartufo? Sicuramente molti di voi si saranno posti questa domanda dal momento che, questo prezioso prodotto, ricercato e dal sapore incredibile, non è poi così semplice da affiancare agli ingredienti giusti, con il rischio di sciuparne le preziose caratteristiche che lo rendono tanto delizioso.

Che si tratti di tartufo bianco o nero poco importa, il tartufo rappresenta indubbiamente un valore aggiunto per le vostre ricette, grazie al suo aroma inimitabile, a patto che non venga mai abbinato a piatti troppo elaborati e ricchi di condimenti, che andrebbero a nascondere il suo formidabile aroma.

Ecco perché vogliamo darvi qualche suggerimento su cosa abbinare al tartufo, sia bianco che nero, in modo da utilizzarlo sempre al meglio e stupire i vostri commensali con dei sapori unici.

Cosa abbinare al tartufo bianco

Il tartufo bianco è il più raro e pregiato, oltre ad essere il più delicato per quanto riguarda la conservazione. L’ideale è consumarlo subito, utilizzandolo ad esempio per realizzare un risotto semplicissimo, con un fondo di cipolla e burro, brodo vegetale e tante scaglie di tartufo bianco da aggiungere a fine cottura del riso.

Oppure, in alternativa, potreste usare il vostro tartufo bianco per rendere uniche delle semplici patate, prima fatte lessare in acqua salata, e poi tagliate a fette grosse ripassandole in padella, aggiungendo sale, pepe e scaglie di tartufo.

Cosa abbinare al tartufo nero

Per quanto riguarda invece il tartufo nero potreste creare un primo piatto unico facendo rosolare dei filetti di sogliola in una casseruola con cipolla e burro, sfumate con dello spumante, aggiungete panna da cucina, sale e pepe, e poi scolate nel sughetto ottenuto dei maccheroncini.

Se siete invece degli amanti della pizza, provate a prepararne una da condire semplicemente con rosmarino, sale grosso, caciotta a fettine e scaglie di tartufo nero: vi leccherete i baffi. Senza dimenticare che sia il tartufo bianco che nero, si prestano bene ad insaporire anche la famosa fonduta di formaggi, rendendola a dir poco originale.

Se vi state ancora chiedendo cosa abbinare al tartufo, con queste poche idee non avrete problemi e potrete esaltarne tutto il gusto senza commettere alcun errore culinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *