post

In Molise tutti conoscono la storia e la fama della Pontificia Fonderia Marinelli, un’azienda metallurgica a conduzione familiare, specializzata nella produzione di campane, che ha sede ad Agnone, in provincia di Isernia, famosa in tutto il mondo per essere la più antica fonderia italiana.

Turisti, studenti e stranieri di passaggio in Molise perdono raramente l’occasione di visitare questo posto suggestivo, nel quale da secoli ci si dedica alla produzione di meravigliose campane estremamente ricercate ed ormai famose in tutto il globo. Una vera e propria eccellenza nel panorama molisano, ancora oggi testimonianza di tradizione, impegno e raffinatezza.

La storia della Pontificia Fonderia Marinelli

Si hanno tracce di questa rinomata azienda già dall’anno 1000 quando, grazie alla diffusione in tutto il paese del culto cattolico, ci fu un forte incremento nella costruzione di chiese e cattedrali, desiderose di adornarsi di imponenti campane dalla manifattura impeccabile. Nicodemo Marinelli, fondatore dell’azienda, iniziò a diffondere questi speciali prodotti sin dal 1339, esportando il nome e l’eccellenza della Pontificia Fonderia Marinelli in tutta la penisola.

I riconoscimenti non tardarono ad arrivare e, nel 1924, la famiglia Marinelli potè avvalersi del pregiato stemma pontificio, conferito da Papa Pio XI. Tuttavia, non tardarono ad arrivare neanche le difficoltà, come la conversione della fonderia in quartier generale da parte degli occupanti nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, periodo critico in cui le campane in fase di costruzione vennero distrutte e rifuse per realizzare cannoni da utilizzare nel conflitto.

La fama e l’importanza della Pontificia Fonderia Marinelli restarono tuttavia illese nel cuore delle persone dopo queste drammatiche pagine di storia riprendendo, una volta avvenuta la liberazione da parte degli alleati, la produzione delle campane ormai divenute celebri in tutto il mondo confermando, di generazione in generazione, una tecnica basata sulla manualità, sulla precisione e sull’esperienza.

Le famose campane molisane

Tra le campane celebri qui prodotte ricordiamo quelle di Montecassino, le campane della cattedrale di Buenos Aires, la campana “Giovannea” realizzata su commissione di Papa Giovanni Paolo II per il Giubileo del 2000 e quelle del Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei, a Napoli.

La Pontificia Fonderia Marinelli è un posto che ogni molisano dovrebbe assolutamente visitare almeno una volta, proprio come è abitudine fare tra i turisti in zona, ricordando che, annesso alla fonderia, è presente il Museo Internazionale della Campana, istituito nel 1999 e dedicato a Giovanni Paolo II, che lo visitò personalmente nel 1995.

Per ammirare dei veri e propri reperti storici e visitare una delle fonderie più famose al mondo, non dovete fare altro che recarvi in via Felice d’Onofrio ad Agnone. Per info su orari e visite guidate potete chiamare lo 0865.78235.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *